Eventi estivi

Al via il programma della “Estate a Montalbano 2022”

pizzica pizzica
Diverse le iniziative che saranno organizzate dalla Associazione “Gli amici di Giuuaanneed”
scrivi un commento 138

Prenderà il via mercoledì 3 agosto a Montalbano il programma di manifestazioni estive dal titolo “ESTATE A MONTALBANO 2022”, messo a punto dalla Associazione teatrale amatoriale in vernacolo e non “Gli amici di Giuuaanneed”, presieduta da Mina Schiavone.

Si tratta di tre eventi che si svolgeranno nel corso della estate e con il patrocinio del Comune di Fasano, e della C.I.A. – Agricoltori Italiani Due Mari (Brindisi-Taranto).

Obiettivo delle diverse iniziative: animare la frazione nel periodo estivo recuperando una serie di tradizioni della cultura tipica sia locale che regionale.

Questo il programma degli eventi che si svolgeranno tutti in Piazza della Libertà a partire dalle ore 21.00.

Mercoledì 3 agosto, si terrà il Festival di Pizzica e Taranta “Pizzica in Tour” in collaborazione con la associazione “Le radici del sud”.

Lunedì 22 agosto, il gruppo ragazzi della associazione porterà in scena la commedia in vernacolo dal titolo Uù kàasìid d z’ Mkeèl” (“Il trullo di zio Michele”).

Martedì 23 agosto, spazio al cabaret con Piero De Lucia e Lucia Coppola in “Non ci resta che ridere”.

La Associazione Teatrale Amatoriale “Gli Amici di Giùàannèedd” da oltre 11 anni promuove e diffonde la cultura e l’arte del teatro in vernacolo e non, con l’obiettivo di valorizzare e tramandare non solo il dialetto ma anche gli usi, i costumi e le tradizioni contadine di un tempo, oltre che i prodotti agricoli locali tipici e la biodiversità.

In ogni opera teatrale non mancano figure legate la mondo contadino e cenni di storie contadine avvenute negli anni ’40, ’50 e ’60 del secolo scorso. La maggior parte delle opere sono ambientate in masserie.

La Associazione dal 2016 ha istituito anche una sezione teatrale riservata ai più piccoli – una ventina di bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 15 anni – proprio con l’obiettivo di tramandare il vernacolo ma anche le tradizioni, gli usi, i costumi della cultura contadina locale ai più piccoli, alle donne e agli uomini di domani.

Parlare il dialetto, infatti, non è maleducazione ma amore per le proprie origini, e saperlo parlare è arte.

Un impegno costante e concreto che ha permesso  alla associazione nel 2017 di ottenere un ambito riconoscimento. L’Associazione “Gli amici di Giùàannèedd”, infatti,  è stata una delle 3 realtà pugliesi (unica associazione culturale su tre in tutta Italia) ad aver ottenuto a livello nazionale il Premio Bandiera Verde Agricoltura 2017, il riconoscimento – promosso da C.I.A. – Agricoltori Italiani –  assegnato a chi, col proprio lavoro, si è distinto nella valorizzazione di eccellenze legate all’agricoltura, l’enogastronomia, l’innovazione e la sostenibilità del comparto primario.

 

domenica 31 Luglio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti